(red.) Un cacciatore bresciano di 56 anni ha riportato gravi ferite e uno stato di ipotermia mercoledì mattina 8 novembre mentre era impegnato con alcuni amici in una battuta venatoria tra le montagne di Piacenza. La zona è quella dei boschi di Averaldi, a Coli, dove l’uomo è scivolato per alcune decine di metri da un dirupo. Solo un’ora dopo il fatto, il malcapitato è stato rintracciato e notato in quello stato dai compagni di battuta.

Il 56enne bresciano, infatti, mentre era intento a cacciare, si sarebbe allontanato dal resto del gruppo per poi precipitare lungo i sentieri. Ha cercato invano di chiedere aiuto più volte, fino a quando gli stessi amici, durante le ricerche, sono riusciti in qualche modo a raggiungerlo e a trasportarlo su un fuoristrada verso il pronto soccorso del vicino ospedale di Bobbio.

I soccorritori lo hanno subito visitato, verificando traumi, di cui uno alla testa e il forte freddo in cui era incappato. Quindi, è stato allertato l’elicottero che ha trasferito il ferito in codice rosso all’ospedale Maggiore di Parma. Non sarebbe in pericolo di vita. La dinamica dell’infortunio è stata ricostruita dai carabinieri di Bobbio.

Comments

comments