(red.) Non c’è pace per la società sportiva del Roncadelle Calcio, nel bresciano. Martedì mattina 7 novembre, alla ripresa settimanale delle attività sportive, gli amministratori e gestori hanno scoperto l’ennesimo scempio. Tutte le porte della sede di via Di Vittorio erano state sfondate e in più c’erano tracce dei “bisognini” che i malviventi hanno fatto sul posto in segno di sfregio.

Sparite anche divise, giubbotti e diversi attrezzi per la manutenzione del campo e di un valore di circa 1.000 euro. Il blitz è andato in scena nella notte tra lunedì e martedì quando i malviventi hanno tranciato la recinzione tra il campo sportivo e il vicino parco Castello. Quindi si sono aperti un pertugio per raggiungere il centro e sono entrati in azione.

I danni risultano essere ingenti e la società si dice stanca dopo aver subito l’ottavo episodio in tre anni, di cui l’ultimo a settembre. La segnalazione ha raggiunto il Comune che ha annunciato di dotare l’impianto sportivo di porte anti-scasso nell’arco di un mese. Basterà a fermare eventuali altri raid dei ladri e vandali?

Comments

comments