(red.) Il titolare di un’azienda agricola a Desenzano del Garda, nel bresciano, che si occupa di produrre olio, per questa volta non potrà ottenere alcun beneficio commerciale dalla raccolta delle olive nel suo appezzamento di terreno. Si tratta di una zona grande circa 4 ettari, tra il Monte Corno e il Vò, dove si trovano 350 piante secolari di olivi. Peccato che qualche malintenzionato sia arrivato a raccogliere i frutti prima ancora del proprietario.

Del furto ne dà notizia Bresciaoggi segnalando come il possessore del terreno si sia recato sul posto per un sopralluogo in vista della raccolta delle olive dalle quali l’azienda agricola avrebbe ricavato l’olio. Invece, una banda entrata in azione ha letteralmente svuotato le piante portando via quasi 15 quintali di prodotti. Sembra che una residente della zona abbia assistito a quanto accaduto, ma non abbia allertato nessuno perché non sapeva chi chiamare e quindi è finito tutto nell’oblio.

Pare che i ladri abbiano raggiunto l’area agricola dall’unico lato dove non sono presenti recinzioni e protezioni particolari e spesso frequentata da escursionisti e chi pratica jogging. Due malviventi a bordo di un pick-up poi si sono dati da fare raccogliendo le olive e senza farsi vedere. La brutta sorpresa è stata segnalata al titolare dell’azienda agricola, Matteo Antonioni, che abita a Varese e possiede una coltivazione di olive proprio a Desenzano e in Toscana.

Comments

comments