(red.) Giro di vite da parte di Brescia Trasporti contro i “portoghesi”, cioé i passeggeri furbetti che salgono sui mezzi pubblici senza biglietto. Da giovedì 9 novembre, infatti, sugli autobus che coprono 280 chilometri di percorso tra la città e i vicini paesi dell’hinterland saliranno anche degli addetti di una società esterna.

Si tratta di un’azienda esperta in questa attività è che collabora con la municipalizzata bresciana per far fronte comune contro gli utenti che usano i mezzi pubblici ma senza presentare il biglietto. Gli addetti porteranno un badge con il logo di Brescia Trasporti e dell’azienda di cui fanno parte per sostenere i controllori già all’opera.

Comments

comments