(red.) Lunedì sera 6 novembre alle 20,45, nella sala consiliare del municipio di Toscolano, nel bresciano, è atteso il vice ministro delle Infrastrutture e Trasporti Riccardo Nencini per affrontare i nodi della viabilità per quanto riguarda l’alto Garda. Infatti, oltre al raddoppio delle gallerie di Gargnano e già finanziate con 70 milioni di euro dal “Patto della Lombardia” per cui è già presente lo studio di fattibilità, ci sono altri elementi critici da valutare.

Per esempio, lo svincolo di Salò, i collegamenti sulla Gardesana da Barbarano, il semaforo di Gardone Riviera e gli attraversamenti pedonali sui monti di Toscolano. Durante l’incontro si affronteranno anche i tempi e le risorse in campo per la viabilità di una tra le zone più turistiche d’Italia. Intanto, sempre dal punto di vista del Garda, il governatore lombardo Roberto Maroni ha annunciato un fondo straordinario da inserire nella legge di Bilancio e per l’emergenza incendi.

Il Parco Alto Garda, nella zona di Tremosine e al confine con il Trentino, si è visto bruciare circa 300 ettari di boschi, ma casi simili si sono presentati nel resto della Regione. Si interverrà subito per evitare i pericoli legati al disboscamento e con le forti piogge che potrebbero arrivare, mentre in primavera si dovrebbe mettere ordine sul territorio con l’innesto di nuove piante. E al Pirellone si valuta anche il divieto di caccia nelle aree colpite dai roghi.

Comments

comments