Foto dal Giornale di Brescia

(red.) E’ stata ricomposta nell’obitorio dell’ospedale di Edolo, nel bresciano, la salma della 53enne Tina Villani dopo il tragico incidente stradale che l’ha coinvolta nel primo pomeriggio di domenica 5 novembre a Sonico. La donna alla guida della sua Fiat Panda grigia stava percorrendo la statale 42 intorno alle 13 in direzione di Edolo dove avrebbe dovuto raggiungere la figlia per accudire i nipoti.

Invece, in una curva ha trovato la morte dopo un pauroso frontale contro un’Audi A4 condotta da un 26enne rumeno di Berzo Demo e con al fianco un 18enne. Il test dell’alcol e della droga disposto sull’autista subito dopo l’incidente ha dato esito negativo e pare che sia stata l’alta velocità a portarlo ad invadere la corsia opposta nella curva. Proprio nel momento in cui dall’altra parte proveniva la donna. Ma il 26enne è stato comunque arrestato per omicidio stradale e gli sono stati concessi i domiciliari.

Il corpo della 53enne è a disposizione dell’autorità giudiziaria che dovrà decidere sugli accertamenti medico legali, mentre i due feriti sull’altra vettura sono stati trasportati per accertamenti all’ospedale di Esine. Nella giornata di lunedì 6 dovrebbe essere fissata la data dei funerali della camuna di Malonno, molto conosciuta in paese anche per l’attività di volontariato che conduceva.

Comments

comments