(red.) Entro il 2018 il quartiere Chiesanuova, a sud di Brescia, non sarà più come si presenta attualmente. Giovedì 2 novembre a palazzo Loggia il sindaco Emilio Del Bono e gli assessori Michela Tiboni (Urbanistica) e Federico Manzoni (Mobilità) hanno illustrato un progetto esecutivo che impiegherà 900 mila euro legati alla vecchia operazione. Infatti, è dal 2008 che i residenti attendono la riqualificazione della zona, tra l’altro già programmata ma mai portata a termine per la crisi e il fallimento dell’azienda interessata.

La volontà è quella di agevolare pedoni, ciclisti e abitanti e di ridurre il traffico di mezzi pesanti. Quindi, ci saranno zone a 30 km orari di massimo tra le vie Fura e Roma e altri cantieri tra via Genova e Roma nei pressi della chiesa di Santa Maria Assunta e della palestra della scuola Mantegna. Sarà costruita una piastra rialzata al livello del sagrato e proprio fino alla parte sportiva dell’istituto, poi una pista ciclabile, un marciapiedi e nella zona della scuola sarà allestito un parcheggio pubblico da 25 posti e una postazione di Bicimia.

Altri 31 stalli previsti in via Fura tra via Noce e via Genova, mentre una parte di via Fura avrà un pavimento colorato verso via Noce, Roma e Genova. Previste anche nuove aiuole e alberi nella zona del sagrato e via Roma sarà ridotta per dare spazio a un’area verde per separare la strada dalla ciclabile. In più, ci sarà anche una riqualificazione dell’illuminazione pubblica. I lavori saranno affidati in primavera e dureranno sei mesi.

Comments

comments