(red.) Quella di martedì 31 ottobre è stata una notte anche di eccessi nel bresciano tra chi festeggiava Halloween. Così le ambulanze sono state costrette a fare gli straordinari tra chi si era sentito male dopo aver bevuto troppo, mentre i carabinieri e gli agenti della polizia stradale sono stati impegnati nei controlli. A Ghedi, per esempio, un 15enne e un 17enne sono finiti all’ospedale di Manerbio per intossicazione etilica. Stesso destino per un 17enne a Sarezzo, mentre a Ghedi un coetaneo è finito in ospedale, ma per aver assunto droghe sintetiche.

Altri episodi del genere, soprattutto per l’alcol, sono avvenuti a Brescia, Corte Franca ed Erbusco. Per quanto riguarda le operazioni delle forze dell’ordine, i carabinieri della compagnia di Verolanuova si sono mossi con la polizia locale in diverse pattuglie e controllando 150 veicoli e 300 persone. Tra loro, sono state ritirate tre patenti per guida in stato di ebrezza e altre tre segnalate alla prefettura di Brescia per uso di sostanze stupefacenti. Altri 13 sono stati multati per violazione del Codice della Strada, ma sono anche state trovate dosi di hashish, marijuana e cocaina.

I militari di Salò durante un controllo tra Toscolano e Gardone Riviera hanno trovato marijuana tra giovani a bordo di un’auto e nelle loro abitazioni c’erano anche materiali per confezionare la droga e un bilancino di precisione, tanto da portarli agli arresti. Manette anche da parte degli agenti di Desenzano per un 21enne evaso dai domiciliari e un 39enne che non aveva rispettato le misure del tribunale per atti persecutori verso l’ex fidanzata. Altri trenta interventi li ha impegnati a più livelli per liti e cinque patenti ritirate per guida alcolica. Nella notte di eccessi è stato dato fuoco a un albero in via Laura Bianchini a Castenedolo e altri episodi di disturbo tra le vie Pisa e Rimembranze. Tra Manerbio e Offlaga si segnalano diversi casi di vandalismo tra porte imbrattate, bottiglie di birra abbandonate, cancelli e siepi danneggiati.

Comments

comments