di Sandra Perini
Nell’antichità il melograno era la pianta sacra agli dei dell’Olimpo: simbolo di prosperità e fertilità per il frutto ricco di semi. Cresce florido e si adatta pressoché a quasi tutti i tipi di terreno. Ai tempi dei Romani, le spose si adornavano il capo con i suoi rametti come augurio di fecondità. In India, ancora oggi, le donne bevono il succo di melograno per combattere la sterilità.
Considerato frutto della medicina, il melograno è composto da una molteplice varietà di composti salutari per l’organismo. La moderna fitoterapia, nonché la medicina, attribuiscono al melograno numerose proprietà che possiamo riassumere in antinfiammatorie, antiossidanti, anticancerogene, antiallergiche, vasoprotettrici, antitrombotiche e gastroprotettive, oltre che astringenti e diuretiche.
A partire dalla vitamina C: un melograno può fornire il 40% di fabbisogno giornaliero di questa vitamina. Poi abbiamo vitamine B1, B2, B3, B5, B6, E, K.
Ricco inoltre di Sali minerali come il magnesio, lo zinco, il selenio e il fosforo.
L’ingrediente più interessante è dato dai flavonoidi, potenti antiossidanti utili per garantire il perfetto funzionamento del fegato del sistema immunitario e dei capillari; contribuiscono inoltre nella prevenzione di malattie infiammatorie e cardiovascolari contrastando la formazione di aterosclerosi.
Grazie all’acido ellagico, un antiossidante fenolico, svolge un’attività antitumorale, soprattutto per i tumori alla prostata, al seno e alla pelle, attraverso l’induzione del processo di apoptosi delle cellule cancerogene: lo studio è pubblicato nel 2012 nella rivista scientifica Translational Oncology.
L’acido ellagico si dimostra essere un ottimo vermifugo contro la Tenia Solium, volgarmente definita come verme solitario

Il succo del melograno si ottiene per spremitura a freddo del frutto con appositi estrattori; ciò è indispensabile se vogliamo assorbire tutte le sue sostanze nutritive.
Dalla spremitura dei semi viene estratto un olio vegetale che contiene anch’esso numerosi principi attivi benefici nel campo della cosmesi. L’olio di melograno possiede un dimostrato effetto antiage ritardando i segni dell’invecchiamento oltre ad essere un eccezionale rivitalizzante della pelle e dei capelli.  

La Naturopatia è un insieme di discipline olistiche complementari che si occupano dello stato di salute della persona attraverso una valutazione energetica e funzionale. Essa attiva la forza di autoguarigione insita nella persona e la sua capacità di autoregolazione utilizzando metodiche e rimedi naturali. Opera nell’ambito della prevenzione attraverso la disintossicazione a livello fisico ed emotivo, mentale ed energetico. Non si sostituisce ad un parere medico, anzi, in molti casi, il Naturopata collabora con il medico promuovendo anche il percorso di consapevolezza della persona. 

Sandra Perini, naturopata, aromaterapeuta e psicoterapeuta, lavora a Brescia. Visita il suo sito e segui le sue conferenze. 

Ecco altri approfondimenti 
Smog e Pm10: tre ingredienti per difendersi

Aromaterapia contro i malanni dell’autunno

Comments

comments

3 Commenti

  1. Ognuno di noi “dovrebbe” fiatare solo per quel che sa o per una chiara evidenza altrimenti:
    “un bel tacer non fu mai scritto.”
    Gruppo sanguigno “B” segno sagittario, il melograno e’ un alimento neutro, ossia mangiarlo non mangiarlo non fa differenza.
    Eheeeee si…. beata ignoranza.! ;-)

  2. Senza spendere un 7/8 euro per 2 melograni, si puo’ tranquillamente acquistare un buon cavolfiore o broccolo (spendendo la meta’) per avere gli stessi principi nutritivi e antiossidanti.
    Ricordiamo che a tutt’oggi la scienza moderna a analizzato e stabilito che la “Brassica oleracea” e’ l’unico ortaggio con proprieta’ anti tumorali e anti ossidanti.
    Poi, per quanto riguarda il melograno sempre da tenere d’occhio il proprio gruppo sanguigno; non a tutti e’ benefico.

    • “Sempre da tenere d’occhio il proprio gruppo sanguigno”: ed anche il segno zodiacale, mi raccomando; pare infatti che per i nati sotto il sagittario (e vieppiù per chi avesse anche ascendente bilancia) il melograno possa provocare orchite…