(red.) Nelle ore precedenti a martedì 31 ottobre la Direzione Investigativa Antimafia di Brescia, su disposizione del tribunale di Bergamo, ha sequestrato beni per un valore totale di oltre 160 mila euro verso il 58enne R. G., originario della provincia di Vibo Valentia. E’ stato già condannato in via definitiva per vari reati, dall’usura all’estorsione, commessi dagli anni ’70 fino al 2017.

L’uomo è anche accusato di far parte della ‘ndrangheta. L’ordinanza di sequestro è stata firmata dal tribunale orobico che ha accolto la proposta della Dia bresciana per attuare la misura. Si tratta di un appartamento e un magazzino presenti a Romano di Lombardia, in provincia di Bergamo e una società di capitali che ha sede nella stessa zona orobica.

Comments

comments