(red.) Da novembre e fino ad aprile si svolgeranno i lavori di riqualificazione di via Sostegno a Brescia, porta sud della stazione ferroviaria. L’annuncio è arrivato sabato 28 ottobre durante una conferenza stampa in città e in cui hanno partecipato il sindaco Emilio Del Bono, gli assessori alla Mobilità e Rigenerazione Urbana Federico Manzoni e Valter Muchetti e l’amministratore delegato di Ferrovie dello Stato Renato Mazzoncini. Si parla di un intervento da 1,5 milioni di euro, di cui 500 mila stanziati dalla Loggia e il resto dalle Ferrovie.

Tra i vari elementi, sarà eliminato il muro tra via Privata De Vitalis e il cavalcavia Kennedy a favore di una ringhiera. Poi marciapiedi, una pista ciclabile, illuminazione, arredo urbano, alberi e una rotonda. In arrivo anche 60 parcheggi tra soste veloci, per handicap, car-sharing e auto elettriche, ma ne saranno eliminati 120 per i pendolari, anche se dal Comune fanno sapere che gli stalli sono sufficienti, per esempio anche usando di più quello di via della Stazione. Poi spazio, in futuro, a un autosilo all’ex Eni. Tra gli altri interventi, non ci sarà qui il nuovo capolinea degli autobus extraurbani che si fermeranno invece nella zona gialla e sarà eliminato anche il terminal di via Solferino.

Da più parti è emerso come via Sostegno sarà completamente rinnovata, oltre all’area degradata al confine con via Sardegna e sulla quale il primo cittadino ha annunciato di voler raggiungere un accordo con i proprietari degli edifici dismessi per il loro recupero. Brescia conta 10 milioni di passeggeri ogni anno e con queste novità si aggiungono anche l’arrivo di nuovi treni di Italo entro il 2017 e da sabato il ritorno del deposito bagagli al binario 1 (6 euro a valigia per le prime cinque ore, 1 euro dalla 6° alla 12° ora e 0,50 euro nelle ore successive).

Comments

comments