(red.) La presidente di CNA Brescia, Eleonora Rigotti, è entrata a far parte della Direzione Nazionale della Confederazione, i cui 120 componenti sono stati nominati oggi durante l’Assemblea Nazionale Elettiva.

I lavori, all’Auditorium Conciliazione di Roma, si erano aperti con la sessione pubblica, cui avevano preso parte la presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini, il ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli e il ministro del Lavoro e delle Politiche sociale Giuliano Poletti. Nel pomeriggio di ieri e questa mattina la parte privata, con i rinnovi delle cariche, degli organismi e dello Statuto.  

«Portare Brescia all’interno della Direzione Nazionale – ha dichiarato Eleonora Rigotti, presidente di CNA Brescia – significa avere un’ulteriore e importante opportunità per contribuire in prima linea alle istanze nazionali. Alla Direzione Nazionale restano le grandi sfide, che affronteremo grazie ad un’associazione che si conferma trasparente, legata ai valori democratici, aperta al ricambio generazionale al proprio vertice».

«Lavorerò per spezzare quei fili che ci imbrigliano e che rallentano la nostra crescita: un total tax rate del 60,5%, di circa 20 punti più alto della media europea, per esempio. E ancora – ha ricordato la presidente Rigotti – i tempi della giustizia civile che restano irragionevoli; i costi dell’energia che penalizzano le piccole imprese; gli adempimenti burocratici che riescono sempre ad annullare gli effetti positivi delle semplificazioni e delle innovazioni a poco a poco introdotte».

Proprio la metafora di Gulliver, che – scampato alla tempesta – si trova legato da mille piccoli fili dei lillipuziani, è stata utilizzata dal confermato presidente di CNA, Daniele Vaccarino, nel proprio intervento. Il presidente si è soffermato sulla «necessità di incrementare le competenze tecniche e di gestione d’impresa» in un momento in cui «emergono nuove professioni al servizio delle imprese e dei cittadini. Cara Ministra Fedeli ci servono scuole superiori e istituti tecnici e professionali che preparino gli studenti ad entrare nelle nostre imprese, che peraltro offrono innumerevoli opportunità di crescita professionale e sociale. Ci servono anche processi di inserimento dei laureati nei nostri contesti lavorativi».

All’Assemblea, che si tiene ogni 4 anni, ha partecipato una delegazione bresciana composta dalla presidente Rigotti e da Gabriella Baiuguera, vicepresidente di CNA Brescia e presidente di CNA Impresa Donna Brescia. Alla sessione pubblica dei lavori hanno preso parte anche Rossella Goffi, Fausto Bruschi e Achille Falzone, vicepresidenti di CNA Brescia, e Laura Buscarini, direttore.

Comments

comments