Foto di archivio

(red.) In occasione delle Fiere Zootecniche Internazionali di Cremona (25 -28 ottobre 2017) – in collaborazione con Bevilatte agenzia di servizi per l’agricoltura, Accademia Italiana del Latte, FDstore e con il patrocinio dell’Ordine Dottori Agronomi Dottori Forestali di Brescia – si è svolta l’ottava edizione del Concorso Nazionale Agri Yogurt Italia, riservato ad Aziende Agricole, Caseifici Sociali e Produttori Artigianali. Il Concorso Nazionale Agri Yogurt ha come scopo quello di promuovere, piccole realtà agricole, o artigianali, che uniscono alla produzione di freschissimo latte di vacca, capra, o bufala, la trasformazione e la vendita diretta al consumatore. Gli yogurt sono stati esaminati da una qualificata commissione composta da 25 valutatori, per lo più Agronomi e Tecnologi alimentari, resi idonei da un apposito corso per assaggiatori yogurt patrocinato dall’Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali della Provincia di Brescia. Ogni prodotto è stato valutato da 5 giudici con un’apposita scheda, tramite la quale sono stati esaminati gli aspetti visivi, olfattivi e gustativi.

Erano iscritti alla competizione ben 105 yogurt provenienti da 17 Regioni d’Italia e 48 Province, numeri in crescita rispetto alla scorsa edizione, alla quale ne avevano partecipato 85. Le aziende bresciane partecipanti al Concorso sono state 10. Per la categoria yogurt da latte vaccino è risultata vincitrice, l’azienda Gocce di Memoria di Marchionni Ugo & C. di Chiuro (Sondrio) con un punteggio di 88,2 punti; seconda l’azienda Affinito Anna Taverna Centomanni di Potenza; terzo il Caseificio Di Vagno di Conversano (Bari).

Hanno conseguito la qualifica di OTTIMO (punteggio uguale o superiore a 80 punti) 54 aziende su 80 iscritte. Gli yogurt bresciani che hanno conseguito la qualifica di ottimo sono stati 5: Fenilazzo di Cavaliere Attiglio e Figli di Desenzano, Guerrini Daniele e GianPietro di Rodengo Saiano, Vitali Ottavio di Chiari, Filippini Giuseppe di Mazzano, La Terra di mezzo di Boglioni Sabrina di Berzo Demo.

Per la categoria yogurt da latte caprino ha vinto con 86 punti l’azienda agricola S. Gregorio di Cipolat Padiel Massimo di Aviano (Pordenone); seconda l’azienda agricola C.na Aurelia di Colzani Gloria di Bariano (Bergamo); terza l’azienda agricola La Mascionara di D’Alessio Rinaldo di Campotosto (Aquila). Hanno conseguito la qualifica di OTTIMO 12 aziende su 18 iscritte. Lo yogurt bresciano dell’azienda agricola Consoli di Rovato ha conseguito la qualifica di ottimo ed è risultato quarto assoluto.

Per la categoria yogurt da latte bufalino, ha vinto con 86 punti il caseificio Casa Madaio di Castelcivita (Salerno); seconda l’azienda agricola Casumaro di Bomporto (Modena); terza l’azienda agricola Rinna Domenico di Amaseno (Frosinone). Hanno conseguito la qualifica di OTTIMO 5 aziende su 7 iscritte

Comments

comments