(red.) La seduta del Consiglio comunale che si è tenuta venerdì 27 ottobre a palazzo Loggia a Brescia si è animata soprattutto sul futuro di via Milano e la sua riqualificazione come porta ovest della città. Al centro dello scontro tra maggioranza e opposizione c’era una variante sugli espropri all’Ideal Clima e alla Caffaro nell’ambito del progetto “Oltre la strada”.

Ad accumunare le due aree, il fatto che siano inquinate. A proposito dell’ex Ideal, al posto del quale è in progetto di realizzare un nuovo teatro, le minoranze hanno cassato il provvedimento, ma è passato con il voto favorevole della maggioranza. Quelle che si sono espresse in modo contrario alla variante criticano il fatto che ci sarebbero tre teatri nell’arco di pochi chilometri, troppi secondo loro.

Dal punto di vista della Caffaro, si parla di nuovi parcheggi e piste ciclabili. Ma si sta ipotizzando anche di realizzare al posto dell’immensa area un grande parco tematico con piante floreali artistiche.

Comments

comments