(red.) Un 17enne fermato e affidato ai genitori perché minorenne e un altro ancora in fuga. E’ il risultato di un’operazione condotta dalle forze dell’ordine del commissariato di polizia di Desenzano del Garda, nel bresciano, martedì 24 ottobre. L’intera situazione, avvenuta a Rivoltella, ha visto i due ragazzi essere inseguiti a bordo della loro moto tra le vie della frazione gardesana. Sembra che prima abbiano compiuto un tentativo di scippo, pare di una signora, poi siano tornati in strada sul ciclomotore.

Nel momento in cui hanno visto una pattuglia dei militari che era impegnata nel normale servizio di controllo, la loro manovra di accelerazione ha destato sospetti ai poliziotti. La moto e la vettura che la inseguiva hanno fatto i dribbling tra i mezzi in movimento, tanto che poi la due ruote ha percorso anche un senso unico contromano fino ad arrivare al parcheggio del centro sportivo “Tre Stelle”. Ma qui non c’erano vie di fuga e quando hanno visto presentarsi la pattuglia che chiudeva l’accesso principale, non hanno esito a scagliarsi contro la stessa auto.

Poi uno dei due è riuscito a scappare, mentre l’altro si è avventato su una portiera per evitare che gli operatori uscissero. Nel caos, uno dei poliziotti rimasto ferito a una mano è riuscito a bloccare il 17enne mantovano di Castiglione delle Stiviere. Portato in caserma, si è scoperto avere altri precedenti per reati contro il patrimonio e la persona. Ha incassato una denuncia per lesioni aggravate, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento e affidato alla famiglia. A questo punto si cerca anche il complice, mentre i militari invitano la donna che stava camminando in via San Zeno con una bambina e che avrebbe subito il tentativo di scippo a denunciare l’episodio.

Comments

comments