(red.) Dramma lunedì 23 ottobre a Prestine, nel bresciano. Giancarlo Giorgi, di 73 anni e residente con la moglie nelle zone vicine al paese camuno, aveva appena concluso una giornata dedicata al taglio della legna ed era ritornato a casa. Ma sull’uscio dell’abitazione e davanti alla moglie che lo aspettava si è accasciato al suolo. La compagna ha subito cercato di praticargli il massaggio cardiaco verificando che non c’era battito, poi ha allertato il 112 per chiedere l’intervento dei soccorsi.

Vista la zona di quota, è stato necessario l’intervento dell’elicottero da Bergamo, insieme ai tecnici del Soccorso alpino. Ma quando i primi sanitari hanno raggiunto il posto, non si è potuto fare altro che constatare il decesso. L’uomo era morto probabilmente per un malore, causato anche forse dallo sforzo fisico in cui era stato impegnato.

La salma dell’anziano è stata poi trasferita a valle sul carro funebre per gli accertamenti di legge, poi è stata riconsegnata alla famiglia per il funerale. I carabinieri di Breno si sono occupati di condurre i rilievi.

Comments

comments