(red.) Si sono vissuti momenti di apprensione lunedì sera 23 ottobre a Paspardo, nel bresciano, dove cinque persone sono rimaste intossicate da una presunta presenza di monossido di carbonio. E’ successo intorno alle 21 in un appartamento del paese della Valcamonica dove i residenti, tutti adulti, avrebbero iniziato ad accusare disturbi fisici tra mal di testa e nausea.

In qualche modo sono riusciti ad allertare i soccorsi facendo arrivare sul posto le ambulanze, oltre ai vigili del fuoco di Breno. Le prime si sono occupate dell’assistenza dei cinque inquilini, tutti coscienti ma portati per precauzione all’ospedale di Esine. I pompieri, invece, hanno areato le stanze e cercato di capire da cosa fosse causata quella fonte velenosa. Su questo si continua a verificare.

Comments

comments