Domenica 22 ottobre in Lombardia e Veneto si sono celebrati i referendum truffa voluti dalla Lega Nord. In Lombardia solo il 38% degli aventi diritto al voto ha abboccato all’imbroglio. Significa che i lombardi vivono la realtà e si sentono di appartenere ad un mondo economico e culturale ampio, che li porta dritti all’Europa.
Noi socialisti promuovendo il rifiuto del voto e l’astensione della buffonata leghista abbiamo ben interpretato questa sensibilità: favorevole alle autonomie locali, ma contraria alle prese in giro come quella che ha portato a celebrare un costosissimo referendum inutile, e come quelle che continuano a imperversare anche oggi con promesse irrealizzabili e mistificazioni spudorate.

Bisogna dirlo chiaro: Maroni ha perso in una delle regioni più progredite d’Europa.
E la scelta giusta è stata rifiutare di dare qualsiasi legittimità a un’operazione, quella di Maroni, piccola, meschina, egoista, marginale. 

Lorenzo Cinquepalmi, segretario regionale del Psi lombardo

Comments

comments