(red.) Nell’arco di dieci giorni di controlli da parte dei carabinieri forestali su tutto il territorio bresciano e per la lotta al bracconaggio con l’operazione “Pettirosso 2017”, un caso originale arriva da Gussago. Qui i militari, in un campo, hanno udito in modo distinto degli spari e hanno voluto verificare. Ma durante l’attività, si sono trovati di fronte solo un uomo pensionato di 67 anni e il suo bastone da passeggio.

Eppure, i colpi di fucile erano stati avvertiti e quindi le forze dell’ordine hanno voluto accertare da dove provenissero e puntando gli occhi proprio sul bastone. Infatti, per un’opera quasi di ingegneria, il 67enne aveva trasformato il suo presidio di assistenza in un fucile con cui sparare agli uccelli.

Di conseguenza, l’uomo, un ex armaiolo, è stato arrestato mentre l’arma celata nel bastone è stata sequestrata. Durante la perquisizione della casa dell’anziano è stato trovato un altro fucile fabbricato dallo stesso cacciatore e anche per questo sono scattati i sigilli.

Comments

comments