(red.) Nei giorni precedenti a venerdì 20 ottobre i carabinieri bresciani di Desenzano del Garda e Carpenedolo hanno arrestato due persone e denunciata un’altra, loro collaboratore, per spaccio di sostanze stupefacenti. I due sono un 34enne albanese nullafacente e una 25enne ivoriana con precedenti. In qualche modo erano riusciti a creare una sorta di piccola impresa dello spaccio usando auto sempre diverse e intestate ad altre persone per poi rifornire i loro clienti che affrontavano le serate tra i locali del lago di Garda.

E alla coppia di stranieri lo smercio funzionava molto bene. I militari hanno iniziato a mettere gli occhi su di loro per poi procedere con vari appostamenti per una settimana. Fino a quando, identificata una delle auto sospette, hanno imposto il blocco giustificandosi per normali controlli. Alla guida c’era la giovane che non aveva documenti. Incrociando i dati, si è anche scoperto che la 25enne guidava senza patente.

Da lì si è passati alla perquisizione casalinga dove c’era anche il 34enne che, alla vista dei militari, ha cercato di lanciare dalla finestra un pacchetto con 45 grammi di cocaina. Nell’abitazione c’erano anche 700 euro in contanti ritenuti provento dell’attività illecita e materiale per confezionare le dosi. Subito dopo è stato anche denunciato un 21enne albanese di Desenzano che era appena rientrato dal giro di spaccio consegnando l’auto ai due. A bordo c’erano cocaina e hashish.

Comments

comments