(red.) E’ stato dimesso dall’ospedale di Desenzano del Garda, nel bresciano, lunedì 16 ottobre l’attivista della Lega Nord Salvatore Comberiati che era stato aggredito domenica 15 mattina a Rivoltella da quattro sconosciuti. L’uomo stava guidando il camion-vela per fare pubblicità della campagna sul referendum per l’autonomia di domenica 22 ottobre.

A un certo punto è stato colpito dalle quattro persone riportando ferite, una contusione a un fianco e la lussazione di un ginocchio. L’attivista è tornato a casa con una prognosi di venti giorni e nel frattempo ha denunciato l’aggressione al commissariato di polizia di Desenzano. E’ probabile che a colpirlo siano stati individui contrari ai simboli del Carroccio.

Per lui sono arrivati gli attestati di solidarietà dal segretario nazionale della Lega Nord Matteo Salvini, da quello provinciale Paolo Formentini e dal coordinatore bresciano di Forza Italia Alessandro Mattinzoli, oltre al centro destra locale. Al momento gli aggressori sono ancora ricercati. “Ci vuole ben altro per fermarci” ha scritto su Facebook la vittima.

Comments

comments

1 COMMENTO