(red.) La cavalcata della Germani Basket Brescia prosegue anche sul campo dei vicecampioni d’Italia della Dolomiti Energia Trento, espugnato con grande autorità con il punteggio di 66-56. Una gara che la Leonessa vince in difesa, dimostrando grande duttilità nel plasmare il proprio gioco: i 95 punti realizzati contro Avellino domenica scorsa e i 55 lasciati all’Aquila sono la migliore testimonianza della dedizione che i giocatori guidati da Andrea Diana mettono in campo, cercando di fare sempre la cosa migliore, che si tratti di farlo nell’una o nell’altra metà campo. E i risultati premiano la Germani: al PalaTrento, infatti, la terza vittoria maturata in altrettante partite la lascia imbattuta in vetta a una classifica che per certi versi rappresenta ancora un sogno, ma che per un’altra settimana sarà una dolcissima realtà. 17 punti e 8 rimbalzi per un devastante Dario Hunt, in doppia cifra come Michele Vitali (16 punti), Landry e Sacchetti (11), con Luca Vitali capace di smazzare la solita interessante quota di assist (8), a completare la serata di gloria per tutti i tifosi bresciani, accorsi in grande numero anche in Trentino.

LA PARTITA – Brescia prende la redini del match sin dai primi minuti, consapevole di dover lottare fino alla sirena finale. Nonostante la giornata storta al tiro, infatti, la Dolomiti Energia non perde occasione per dimostrare il proprio atletismo (6 stoppate a referto), che la rende una delle squadre più temibili dell’intero campionato. Hunt e Michele Vitali si mettono subito all’opera, Trento raccoglie poco dall’esordio stagionale di Gutierrez e i primi 10′ si chiudono nel segno della Germani, avanti 10-15. L’Aquila continua a litigare con il canestro ma Brescia ne approfitta solo in parte, pagando i tanti rimbalzi (ben 9) concessi agli avversari sotto il proprio canestro che le permettono di arrivare all’intervallo lungo con sole 5 lunghezze di vantaggio sul 23-28.

Trento parte forte nel terzo quarto ma Brescia trova la forza di reagire ogni volta che i bianconeri si avvicinano nel punteggio. La Germani si trova ad amministrare il suo primo vantaggio in doppia cifra (34-47) ma il finale di quarto è tutto dei padroni di casa, che con un perentorio 8-0 di parziale tornano in scia ai lombardi, arrivando sul 42-47 al 30′. La Dolomiti Energia è lì ma la Leonessa trova una nuova zampata vincente, tornando rapidamente sul +10. È l’allungo vincente: Trento prova l’ultimo colpo di coda (54-60) ma Brescia chiude la partita con i liberi di Sacchetti e Landry, che dalla lunetta sancisce il 56-66 finale che regala alla sua squadra e ai suoi tifosi un’altra settimana meravigliosa.

ANDREA DIANA – “Disciplina tattica e spirito di sacrificio sono le armi che ci hanno permesso di vincere sul difficile campo di Trento, contro una delle squadre più atletiche di tutto il campionato. Sapevamo che la loro forza è quella di attaccare il canestro anche con gli esterni e il nostro piano partita prevedeva di chiudere l’area. I ragazzi sono stati molto bravi a eseguirlo, rimanendo uniti e compatti nei momenti di difficoltà e continuando a giocare di squadra. Sono molto soddisfatto, secondo me abbiamo fatto un grande colpo che però resterà tale solo se sapremo confermarlo con una vittoria nella gara di lunedì prossimo contro Varese”.

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO-GERMANI BASKET BRESCIA 56-66 (10-15, 23-28, 42-47)
Dolomiti Energia Trentino: Franke, Sutton 4 (2/5, 0/5), Silins 5 (1/1, 1/5), Baldi Rossi 5 (1/4, 1/4), Forray 16 (5/10, 1/4), Flaccadori 4 (2/3, 0/2), Gutierrez (0/5, 0/1), Conti ne, Gomes 3 (1/3 da tre), Behanan 13 (5/11), Lechthaler ne, Shields 6 (2/3, 0/3). All: Buscaglia
Germani Basket Brescia: Moore 3 (1/5, 0/1), Hunt 17 (8/13), L. Vitali 2 (1/4, 0/2), Landry 11 (3/6, 1/5), Veronesi ne, Fall 2 (1/1), Traini (0/1, 0/1), M. Vitali 16 (4/4, 2/4), Moss 4 (2/4, 0/2), Sacchetti 11 (2/2, 1/3), Bushati (0/1 da tre). All: Diana
Arbitri: Sabetta, Caiazza e Calbucci
Note: Tiri da 2: Trento 18/42 (43%), Brescia 22/40 (55%) – Tiri da 3: Trento 4/27 (15%), Brescia 4/19 (21%) – Tiri liberi: Trento 8/10 (80%), Brescia 10/15 (67%) – Rimbalzi: Trento 42 (19 RD, 13 RO), Brescia 38 (32 RD, 6 RO)

Comments

comments