(red.) Le numerose segnalazioni e la collaborazione da parte dei residenti hanno aiutato i carabinieri di Borgo San Giacomo a fermare un ladro seriale di rame a San Paolo, nel bresciano. Tra l’altro, si tratta proprio di un cittadino del paese della bassa. Gli ultimi raid in ordine di tempo si erano verificati a settembre quando erano sparite varie canaline di rame e tubi di scolo dal municipio, dalla palestra della scuola media e dall’elementare. Durante quella stessa settimana, però, erano state colpite anche alcune case.

E’ probabile che qualche residente proprio della zona abbia notato degli elementi identificativi del bandito, per poi dare segnalazione alle forze dell’ordine. Dopo le indagini del caso, hanno fermato una persona che ha ammesso quei furti e incassando una denuncia.

San Paolo, ma non solo, era già stata preda dei cercatori di rame nel 2016 portando via i cavi di “oro rosso” dalle piste ciclabili, dalle rotatorie, ma anche altri pezzi dalle tombe di famiglia e dai vasi nel cimitero e in altri templi dei paesi vicini. I carabinieri proseguono le indagini per verificare la presenza di complici e capire dove tutto quel rame, del valore di migliaia di euro, sia stato venduto e piazzato.

Comments

comments