(red.) Per una Brescia del calcio che gioisce, quella femminile, un’altra, quella maschile impegnata nel campionato di serie B, resta nel rebus. Dopo la sconfitta per 3-0 rimediata a Chiavari domenica 8 ottobre contro la Virtus Entella e la terza espulsione in poche giornate, il destino dell’allenatore Roberto Boscaglia è segnato. Mercoledì 11 al centro sportivo San Filippo ha diretto l’ultimo allenamento e, come era nell’aria da giorni, ha ricevuto l’esonero dal proprietario Massimo Cellino. In ogni caso l’ufficialità attraverso il sito internet della squadra è atteso nella giornata di giovedì.

Sempre mercoledì, mentre dava il benservito a Boscaglia, Cellino ha sfogliato la rosa dei nomi e contattato Pasquale Marino che già in serata ha avuto un colloquio con il patron. Dopo la conferma del sollevamento dell’incarico e l’affidamento della squadra al nuovo mister, Marino è atteso tra le rondinelle per condurre il primo allenamento in vista della partita casalinga di sabato 14 contro il Novara.

E’ la rivoluzione targata Cellino dopo che anche l’amministratore delegato Rinaldo Sagramola si è defilato dalla società. Il motivo del cambio alla guida tecnica arriva proprio dal patron Cellino. “Era inevitabile intervenire perché la serie B non aspetta e io devo conoscere chi guida la squadra” ha detto. Infatti, dopo aver sondato, tra gli altri, Serse Cosmi, il proprietario è poi passato definitivamente a Pasquale Marino che conosce e stima da tempo.

Comments

comments