Tetto distrutto dalle fiamme (foto da Bresciaoggi)

(red.) E’ stato dichiarato inagibile fino a quando i tecnici del Comune di Edolo non svolgeranno tutte le verifiche tecniche necessarie. Si tratta della palazzina di tre piani, in via Roma, nel paese bresciano, che nella notte tra lunedì 9 e martedì 10 ottobre è stata colpita da un incendio. Le fiamme hanno coinvolto due mansarde andate distrutte, mentre uno studente universitario che si era rifugiato sul tetto per scappare dal rogo è stato soccorso da un’autoscala dei vigili del fuoco.

Quattro appartamenti bagnati dall’acqua degli idranti per domare le fiamme sono stati dichiarati impraticabili e quindi i sette residenti dell’edificio sono costretti a chiedere ospitalità tra amici e parenti o negli hotel garantiti dal Comune. Nessuno è rimasto ferito, a parte lo studente portato in ospedale per una lieve intossicazione.

Il lavoro dei vigili del fuoco è andato avanti per ore e con difficoltà, visto che il vento alimentava il rogo fino a quando è stato circoscritto e poi spento. Tra le cause, si valuta un cattivo funzionamento della canna fumaria o un corto circuito. Ma non è escluso nemmeno il dolo.

Comments

comments