(red.) Il tentativo di stupro compiuto e confessato dal 28enne pakistano addetto al volantinaggio a Palazzolo, nel bresciano, ai danni di una donna di 55 anni appena tornata da una corsa lunedì 2 ottobre, resta al centro della discussione. Anche politica, visto che dal centro destra si paventa un problema di sicurezza in paese. Ma in questo scenario c’è anche un lato negativo, da parte dei residenti che usando Facebook si sono scagliati contro il sindaco Gabriele Zanni. Ne dà notizia il Giornale di Brescia.

Tanto da augurare a lui e ai suoi familiari di subire lo stesso genere di violenza. Altri, invece, incitano addirittura a commetterla sempre nei confronti del primo cittadino e dei suoi parenti. Una situazione che ha indotto il sindaco Zanni ad annunciare di voler querelare tutti gli autori di quei messaggi sul social network. E sembra che persino alcuni consiglieri comunali abbiano in qualche modo condiviso quei tipi di post. A Palazzolo, quindi, sono in arrivo delle denunce.

Comments

comments

1 COMMENTO