(red.) Venerdì 6 ottobre alla nuova Fiera di Brescia – Brixia Forum – è stata presentata la nuova era del polo espositivo. Dopo due anni di chiusura e con il rischio del fallimento, la sede di via Caprera riparte con nuovi partner, sponsor ed eventi. A illustrare il nuovo corso, Giuseppe Ambrosi della Camera di Commercio che ha contribuito al salvataggio della Fiera, Giovanna Prandini di Pro Brixia che organizza gli appuntamenti, il sindaco Emilio Del Bono, l’assessore lombardo allo Sviluppo Economico Mauro Parolini e Paolo Martini amministratore delegato di Azimut Capital Management. Proprio quest’ultimo sarà lo sponsor principale della Fiera, con 100 mila euro all’anno per tre anni.

A questi si aggiungeranno i 10 mila euro all’anno ciascuno da parte dei ventitré soggetti – potranno aggregarsi anche altri – tra associazioni di categoria e privati. Tra le prime, ci sono l’Associazione Industriale Bresciana, Api e Coldiretti. Dal punto di vista delle strutture, si sono anche conclusi i lavori di rinnovamento al secondo piano per ospitare meeting e convegni per un importo di 108 mila euro, di cui la metà finanziati dalla Regione. Intanto, per quanto riguarda gli appuntamenti, nel fine settimana tra sabato 7 e domenica 8 ottobre è in corso “Rombo di tuono” per i motori, ma si sta definendo il programma per il 2018, completo per due terzi.

E’ da escludere un ritorno di Exa, la fiera delle armi, anche se potrebbe essere proposto un percorso simile. Spazio anche a una sorta di versione bresciana del Made in Steel che da anni si svolge a Milano e potrebbe arrivare ancora nel 2018 a Brixia Forum. Sempre nel 2018 tornerà “Expo Sicuramente”, mentre l’anno successivo si punterà su “Memoria”. A questo si aggiunge l’accordo con il Centro Fiera del Garda di Montichiari e il sistema delle Fiere dell’est della Lombardia per l’evento “Be italian” a New York a marzo. Il primo cittadino ha inquadrato soprattutto il lato urbanistico della zona intorno a via Caprera, con l’apertura anche del nuovo PalaLeonessa in primavera e serviti dalla futura linea del tram. Insomma, la Fiera di Brescia è ripartita.

Comments

comments