(red.) I bresciani continuano a dibattere sulla presenza degli autovelox e soprattutto sull’installazione di nuovi portali lungo le carreggiate. Intanto, sulla tangenziale sud, nei dintorni dello svincolo per i centri commerciali di Roncadelle, sono stati messi in funzione i tre portali e disposti tutti i cartelloni stradali di avvertimento. Su questo tratto il limite è stato alzato a 110 km orari e da domenica 8 ottobre, dopo le 48 ore di preavviso di legge, il dispositivo potrà scattare le multe in caso di superamento.

Tenendo presente che nella “battaglia” dei limiti e quando i portali venivano usati solo a fini statistici, meno del 20% rispettava il limite. E qualcuno si muoveva addirittura a 185 km orari. Da domenica non sarà più possibile. Risalendo la provincia, altre polemiche arrivano da Gardone Valtrompia. Al semaforo lungo la provinciale 345, all’incrocio con l’ingresso dell’ospedale, è stata attivata una telecamera che ha fatto sorgere diversi dubbi.

Ma il sindaco Pierangelo Lancelotti e la polizia locale hanno tolto ogni equivoco: il portale scatterà multe solo se qualcuno passa con il semaforo rosso. Il dubbio dei cittadini riguardava il fatto che se qualche automobilista si fosse messo sulla corsia di sinistra, in prossima della svolta verso l’ospedale, ma invece al “verde” avesse proseguito diritto, sarebbe scattata la sanzione. Invece, nulla di tutto questo.

Comments

comments