(red.) Nella giornata di mercoledì 4 ottobre la giunta regionale lombarda, al termine della riunione, ha presentato una delibera con cui vengono stanziati 13 milioni di euro sugli ospedali bresciani. Risorse che vanno ad aggiungersi ai 92 milioni già stanziati e previsti sulle strutture sanitarie regionali nel 2018. L’iniziativa è stata illustrata dai bresciani Fabio Rolfi (presidente della commissione Sanità) e Mauro Parolini assessore allo Sviluppo Economico.

Entrambi parlano di “volontà di continuare a investire sulla qualità strutturale, ricettiva e delle prestazioni e di attenzione al rinnovamento nell’ambito della riforma sanitaria”. Nei dettagli dei 13 milioni, 3,7 sono destinati all’ospedale di Gardone Valtrompia per il recupero della vecchia struttura che diventerà un centro di servizi per la valle.

Poi 1,45 milioni di euro per l’adeguamento dell’ospedale di Chiari tra impianti antisismico e antincendio, 550 mila per acquistare un angiografo al presidio di Manerbio e 3,8 milioni per la messa in sicurezza antisismica dell’ospedale di Desenzano. Infine, 846 mila euro per l’ospedale di Esine ed Edolo e 2,4 milioni per adeguare i locali e acquistare una nuova attrezzatura al presidio di Esine.

Comments

comments