(red.) Dal tardo pomeriggio di domenica 1 ottobre sono in corso le ricerche di un escursionista di 49 anni, residente a Cellatica, nel bresciano, salito tra le montagne della Valcamonica di mattina a Edolo. L’uomo aveva raggiunto la località Mola, a 1.800 metri di altezza, per godere di uno spettacolo della natura rappresentato dai comportamenti di alcuni animali. Intorno alle 17,30, quando stava per scendere verso valle e quindi rientrare a casa, ha perso l’orientamento non riuscendo più a trovare il sentiero corretto.

Di conseguenza ha allertato i soccorsi dal suo telefono chiamando il 112 e facendo giungere i carabinieri di Edolo e Darfo Boario Terme con il Soccorso alpino, la Guardia di Finanza e i vigili del fuoco. Nella zona del pic-nic è stato allestito il campo base da dove sono partite le operazioni, rese difficoltose dal buio che stava calando e dal terreno in parte scivoloso per una leggera pioggia che nel corso della giornata si era abbattuta sul posto.

Al momento del secondo contatto con l’escursionista disperso, però, il telefono risultava spento, rendendo ancora più complicato il ritrovamento. Le ricerche sono andate avanti per ore e proseguiranno anche lunedì 2.

Comments

comments