Foto dal Giornale di Brescia

(red.) Tre indizi, per consuetudine, rappresentano una prova e a questo punto tre episodi di perdita del carico da parte di altrettanti camion in corrispondenza di rotonde e nel giro di una settimana possono configurare un allarme. Dopo il caso del rondò tra via Labirinto e Dalmazia lunedì mattina 2 ottobre a Brescia, negli stessi minuti un fatto identico è accaduto in Valcamonica, facendo iniziare la settimana sulla viabilità nel peggiore dei modi.

Alle 8,30, nel caso camuno, un camion ha perso sull’asfalto un pesante stampo meccanico di acciaio. E’ accaduto alla rotonda di Darfo Boario Terme, dove si trova la caserma dei vigili del fuoco e da dove si può raggiungere la statale 42 del Tonale. Qui sono intervenuti proprio i pompieri per gestire la viabilità. Anche in questo caso, come in quello di Brescia, non sono stati segnalati feriti.

Comments

comments

1 COMMENTO

  1. Questo è un problema importante e complesso. Importante perchè le conseguenze di questi comportamenti possono essere molto gravi, complesso perchè è difficile fare entrare in testa a camionisti e relativi addetti ai carichi, che un grave rimane al suo posto solo in condizione statica, ma durante il moto è proprio la sua massa a renderlo mobile e quindi instabile. Si vedono in continuazione TIR che trasportano carichi di decine di tonnellate i quali sono fissati solo con delle cinghie o catenelle ridicole.

    Non sempre può andare così di lusso, e sarebbe bene affrontare un problema che può avere tragiche conseguenze. Ma per qualcuno l’importante è solo far cassa con le stupide macchinette.