(red.) La multiutility bresciana milanese A2a vede nell’efficienza energetica non solo un modo per ridurre i costi, ma un vero e proprio business. E’ emerso durante un convegno che si è svolto lunedì 25 settembre a Brescia. Nel 2016 il gruppo ha acquisito la “Consul System”, un’energy service company con investimenti e progettazioni per ridurre l’energia nei processi produttivi delle aziende. “L’efficienza energetica è nel nostro Dna” ha detto l’amministratore delegato di A2a Calore e servizi Lorenzo Spadoni nell’intervento ripreso dal Corriere della Sera.

Quindi si è passati dal teleriscaldamento alla cogenerazione con gas ed elettricità, evolvendosi poi nella termovalorizzazione dei rifiuti, fotovoltaico e solare termico. Ora A2a investe anche nei cosiddetti “certificati bianchi”, titoli di incentivi per confermare che un investimento aziendale ha portato a risparmi energetici. E quindi lo Stato rilascia il titolo, che è anche un premio economico.

Nel 2016 sono stati emessi 5 milioni di questi certificati fino a 340 euro come prezzo dei titoli. E la “Consul System” è la prima in Italia per numero di certificati bianchi ottenuti. Ai lavori ha partecipato anche l’ex sottosegretario Stefano Saglia sottolineando che “l’Italia è il Paese con le performance migliori nel campo energetico e industriale”. Attualmente l’acquisita di A2a ha in carico 35 progetti sul mondo dell’acciaio e in media il tempo di ritorno di un investimento è di 2 anni e mezzo.

Comments

comments