(red.) Mercoledì 20 settembre è il giorno che i residenti e lavoratori del centro storico di Brescia hanno cerchiato di rosso da tempo sul calendario. Infatti, partirà il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti già attivato in tutti i quartieri della città. L’interno delle mura venete sarà l’ultima zona coinvolta dal progetto. Si parla in tutto di 11 mila utenze interessate, di cui 2.600 negozi, che dovranno affrontare le nuove modalità.

Lunedì 18 a palazzo Loggia si è svolto un incontro pubblico da parte di Aprica per spiegare al meglio il funzionamento e altre caratteristiche, tenendo conto che il sistema in centro storico sarà modificato rispetto agli altri quartieri. L’ora “X” scatterà alle 19 del mercoledì, giorno della settimana in cui verranno raccolti i rifiuti porta a porta. I residenti che non avessero ancora ritirato il kit potranno farlo anche martedì e mercoledì in via Reverberi, in seguito alla sede di Aprica in via Codignole.

Nel centro sono in arrivo 70 cassonetti per l’umido, altri per il vetro e 130 per l’indifferenziata. Il primo e l’ultimo saranno apribili con il badge da ritirare al momento della consegna del kit. La raccolta domiciliare coinvolgerà invece la carta e la plastica, ma nei sacchetti e non nei bidoncini come nel resto della città. Gli abitanti potranno iniziare a esporre i sacchetti dalle 19 il mercoledì e dalle 23 il secondo giro di raccolta. I negozi che devono smaltire carta e plastica possono compilare un modulo per chiedere un servizio specifico, mentre potranno avere dei cassonetti a carrello per l’umido e il vetro.

Comments

comments

3 Commenti

  1. Perfetto…..noi cittadini “differenziamo e ricicliamo”, ma la quota rifiuti che noi recuperiamo CON FATICA E DISAGI (e con il rischio di multe salate!), viene sistematicamente rimpiazzata da rifiuti provenienti da fuori provincia.
    Questo è inaccettabile.