(red.) Ore 12 di lunedì 18 settembre: centinaia di genitori si trovano, con tanto di numero di accesso, all’assessorato all’Istruzione in piazza Repubblica a Brescia. Il motivo? I loro figli – si parla di circa 1.500 come scrive Bresciaoggi – iscritti alle scuole cittadine e con servizio mensa non potevano accedere al pranzo perché non in regola con i pagamenti.

Lunedì, infatti, per l’inizio della seconda settimana di lezioni, ripartiva anche il servizio della mensa per 5.900 iscritti. Peccato che numerosi genitori si siano dimenticati di regolarizzare la propria posizione per alcuni importi non pagati. Oppure c’è chi lo ha fatto in ritardo e le scuole non hanno avuto tempo di recepirlo o ancora perché non è arrivato il bollettino dalle poste, oppure per gli stranieri non molto a conoscenza dell’attività.

Di conseguenza intorno all’ora di pranzo c’è stato un vero e proprio assalto agli uffici per sanare le situazioni debitorie e riportare tutto alla normalità. Da martedì 19 non dovrebbero più esserci problemi.

Comments

comments