(red.) Dalle prime ore dell’alba di venerdì 15 settembre gli agenti della Guardia di Finanza del comando provinciale di Brescia, con il coordinamento della procura, eseguono cinque ordinanze di custodia cautelare, perquisizioni e sequestri per quasi 100 milioni di euro in diverse province italiane.

Nel mirino, un’associazione per delinquere dedita a una maxi frode fiscale. Dai primi elementi forniti e che saranno approfonditi durante la mattina in occasione di una conferenza stampa, si parla di fatture false da 300 milioni scoperte nel corso dell’operazione “Cerbero”. Tra le cinque misure di custodia cautelare non tutte sono dirette al carcere.

Comments

comments