(red.) Il Consiglio di Amministrazione di Cembre, Società quotata in Borsa al segmento STAR, tra i primi produttori europei di connettori elettrici e di utensili per la loro installazione, riunitosi a Brescia sotto la guida del Presidente ed Amministratore Delegato Giovanni Rosani, ha approvato la Relazione relativa al primo semestre del 2017.

Nel primo semestre 2017 il Gruppo ha evidenziato ricavi consolidati pari a 66,6 milioni di euro, in crescita del 6,2% rispetto ai 62,7 milioni di euro del primo semestre 2016.

Le vendite semestrali del Gruppo in Italia, pari a 28,1 milioni di euro, sono aumentate del 10,3%, mentre quelle estere, pari a 38,5 milioni di euro, sono salite del 3,5%. Nei primi sei mesi dell’anno i ricavi delle vendite sono stati realizzati per il 42,1% in Italia (40,6% nel primo semestre 2016), per il 42,1% nella restante parte dell’Europa (41,9% nel primo semestre 2016) e per il 15,8% fuori dal continente europeo (17,5% nel primo semestre 2016).

Il risultato operativo lordo consolidato del primo semestre 2017, pari a 17,3 milioni di euro, corrispondenti al 26,0% dei ricavi delle vendite, è salito del 14,0% rispetto a quello del primo semestre 2016, pari a 15,2 milioni di euro, corrispondenti al 24,3% dei ricavi delle vendite.

In diminuzione, nel semestre, sia l’incidenza del costo del venduto sia l’incidenza del costo del personale, benché il numero medio dei dipendenti del Gruppo sia passato da 659 a 680 unità.

Il risultato operativo consolidato dei primi sei mesi del 2017, pari a 14,2 milioni di euro, corrispondenti ad un margine del 21,4% sui ricavi delle vendite, è cresciuto del 15,7%, rispetto ai 12,3 milioni di euro dei primi sei mesi dello scorso esercizio, pari al 19,6% dei ricavi.

L’utile consolidato ante imposte, pari a 14,2 milioni di euro, corrispondente al 21,4% delle vendite, è aumentato del 16,6% rispetto a quello del primo semestre 2016, pari a 12,2 milioni di euro e corrispondente al 19,5% delle vendite.

L’utile netto di periodo è stato di 10,2 milioni di euro, in crescita del 19,3%, rispetto agli 8,5 milioni di euro dello stesso periodo dello scorso anno. L’incidenza percentuale dell’utile netto sul fatturato rappresenta quindi il 15,2% delle vendite, contro il 13,6% del primo semestre 2016.

Gli investimenti effettuati nel periodo ammontano a 6,7 milioni di euro, principalmente in impianti e macchinari, a fronte di investimenti nello stesso periodo del 2016 pari a 2,7 milioni di euro.

La posizione finanziaria netta consolidata al 30 giugno 2017 risulta essere positiva per 14,6 milioni di euro, stabile rispetto al 30 giugno 2016, quando ammontava ad un valore positivo di 14,5 milioni di euro, mentre al 31 dicembre 2016 la posizione finanziaria era positiva per 26,7 milioni di euro. Nel primo semestre 2017 sono stati pagati dividendi per 11,8 milioni, mentre nello stesso periodo del 2016 erano stati pagati dividendi per 7,8 milioni di euro.

Comments

comments