(red.) Nei giorni precedenti a giovedì 14 settembre le guardie ecologiche volontarie guidate dalla Polizia provinciale di Brescia si sono mosse a Bassano Bresciano dopo una segnalazione da parte dei residenti della zona. Così è venuto alla luce che su un terreno privato non distante dalle campagne c’erano carcasse di animali decapitati e in avanzato stato di decomposizione, ossa e rifiuti nocivi, tra cui anche lastre di amianto.

I cittadini hanno chiesto un intervento nel momento in cui da giorni avvertivano un forte e pessimo odore proveniente dall’area. Durante il sopralluogo delle guardie, sono arrivati anche gli agenti della polizia locale di Verolanuova con i veterinari dell’Agenzia di Tutela della Salute di Leno. Un’azienda incaricata si è poi occupata di rimuovere le carcasse smaltite in modo illecito e di ripulire la zona.

In ogni caso nei giorni successivi, la stessa Ats e le guardie ecologiche compiranno nuovi sopralluoghi anche per accertare eventuali contaminazioni e problemi per la salute pubblica. Il proprietario del terreno, messo di fronte all’evidenza dei fatti, ha riconosciuto di aver sbagliato e sta collaborando nelle indagini.

Comments

comments