(red.) Sabato pomeriggio 9 settembre, in una casa della Degagna, frazione di Vobarno, nel bresciano, è scoppiata una furiosa lite tra due fratelli e con tanto di coltellata. I due, uno di 48 anni con precedenti e già stato in carcere e l’altro di 45 anni, avrebbero avuto un litigio per futili motivi nell’abitazione che dividono con la madre disabile. Durante lo scontro, il 48enne ha preso un coltello da cucina e l’ha inferto contro il petto del parente.

Le urla di dolore e le grida per quanto stava succedendo hanno attirato l’attenzione dei vicini di casa che hanno chiesto intervento dei soccorsi e delle forze dell’ordine. Sul posto sono giunte le ambulanze che si sono fatte carico del ferito, poi trasportato in ospedale. Per fortuna non è grave e si è visto dare una prognosi di alcuni giorni.

Il fratello aggressore, invece, è stato arrestato per tentato omicidio da parte dei carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Salò. L’uomo ha trascorso una notte in caserma e si è visto convalidare l’arresto nel carcere di Canton Mombello a Brescia dove dovrà restare in attesa del processo. Interrogato dal giudice, si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Comments

comments