(red.) Nelle ore precedenti a mercoledì 13 settembre due gemelli nigeriani di 31 anni sono stati arrestati dalla Guardia di Finanza di Brescia nell’ambito di un’inchiesta aperta dalla procura per una truffa. Sembra che ad aprile dalla Cina sia stato emesso un bonifico da 408 mila euro con l’intento di avviare nuovi centri estetici in Italia e in Europa. Ma la stessa somma di denaro sarebbe transitata prima su un conto in Francia e infine su un’altra utenza in una banca di Desenzano del Garda, nel bresciano.

Il sostituto procuratore di Brescia Fabio Salamone, come scrive il Giornale di Brescia, sta indagando per capire se dietro tutto questo ci sia un’organizzazione. Infatti, il denaro mosso sui conti sarebbe stato oggetto di una truffa informatica che ha portato qualcuno a impossessarsi del denaro. In casa dei due 31enni finiti in manette a Brescia durante una perquisizione da parte delle Fiamme Gialle c’erano 20 mila euro in contanti, cellulari, tablet, computer portatili e documenti d’identità contraffatti di cittadini italiani.

I due africani hanno patteggiato una pena di 1 anno e otto mesi di reclusione e sono a piede libero, pur restando sotto inchiesta. Quanto trovato nella loro abitazione sarà controllato e si cerca di capire i contatti con l’istituto di credito in Francia, con la Cina e con l’organizzazione.

Comments

comments

6 Commenti

  1. “I due africani hanno patteggiato una pena di 1 anno e otto mesi di reclusione e sono a piede libero, pur restando sotto inchiesta. ”
    Capito? I due “sapiens” nigeriani sono già in giro a commettere altri reati, mentre dovrebbero essere in carcere, oppure già in volo verso la Nigeria…..con biglietto di sola andata!
    PS: l’avvocato al processo? glielo abbiamo pagato noi, naturalmente.

    • Da quando scherzosamente ho messo in dubbio la tua appartenenza ai sapiens :-) non perdi occasione per appellare “sapiens” gli immigrati.
      Suvvia, non prendertela, siamo quì per diletto, non dobbiamo essere così seri ne permalosi.
      Sorridi, oh sapiens che non sei altro.

      BArista ! Questo giro a Franco lo pago io.

      • Seri e permalosi??? Io mi sto divertendo, e tu pure.
        Tu per primo hai usato il termine “sapiens” riferito ad uno straniero: “Non sappiamo “questo tizio che ci fa in Italia”. Ma esiste, é vivo ed appartiene alla nostra stessa specie, i sapiens………Mi sembra più che giusto. Il minimo per essere sapiens.”

        La cosa mi è piaciuta….e ti ho risposto “Mi auguro proprio che il PD e soci non vincano le prossime elezioni politiche……altrimenti riempiranno l’Italia di questi “sapiens”.”
        Credo proprio che utilizzerò spesso il termine “sapiens”. Per diletto, naturalmente.