(red.) Il Consiglio di Amministrazione di Banca Etica ha approvato i dati relativi al primo semestre del 2017. Continua il percorso di crescita con cifre incoraggianti che confermano i risultati positivi del 2016: l’utile netto è di 2 milioni e 226 mila euro, i finanziamenti erogati superano i 770 milioni (+6,37% rispetto a fine 2016); la raccolta diretta ha raggiunto quota 1 miliardo e 325 mila € (+7,07% rispetto a fine 2016); la raccolta indiretta ha raggiunto quota 584 milioni € (+7,83% rispetto a fine 2016); il capitale sociale è di  63 milioni e 705 mila € (+7,28% rispetto al 31/12/2016); le sofferenze nette sugli impieghi netti sono ferme allo 0,94% (1,00% al 31 dicembre 2016; contro il 4,38% della media del sistema bancario rilevata dall’ABI a maggio 2017); il  CET1 ratio è al 12,58% (12,47% al 31 dicembre 2016)

“Siamo soddisfatti dei risultati di questo primo semestre del 2017”, ha commentato il presidente di Banca Etica Ugo Biggeri. “Questi dati mostrano che la finanza etica conquista sempre più fiducia. Stiamo riuscendo ad aumentare costantemente i finanziamenti all’economia responsabile, mantenendo un’ottima qualità del credito e una buona solidità patrimoniale. Per fare sempre di più e meglio, dobbiamo aumentare ancora il nostro capitale sociale: per questo ricordiamo che è in corso l’offerta pubblica di azioni di Banca Etica: tutte le  persone e le organizzazioni interessate a destinare una parte dei propri risparmi a un investimento sostenibile e a diventare attori del cambiamento che stiamo costruendo possono consultare il prospetto informativo sul nostro sito o richiederne copia presso la filiale o il promotore di Banca Etica più vicino e diventare soci o aumentare la propria partecipazione”.

Comments

comments