(red.) Per 200 mila studenti bresciani di ogni genere è l’ora di ritornare a scuola per iniziare un nuovo anno. I bambini delle materne, in realtà, hanno già ripreso la settimana precedente all’11 settembre, mentre per tutti gli altri il ritorno sarà tra lo stesso lunedì 11 e martedì 12. Proprio lunedì, per esempio, hanno iniziato il Calini e il Luzzago di Brescia, il Capirola di Leno, il Bonsignori di Remedello, gli istituti comprensivi di Boario, Bagnolo Mella, Gavardo e a Pavone Mella.

Martedì 12, giorno in cui in tutta la Lombardia si completerà il rientro a scuola, l’inaugurazione ufficiale a livello regionale sarà a Borno e quella provinciale a Bagolino. In vista dell’apertura dell’anno, il dirigente dell’ufficio scolastico bresciano Mario Maviglia ha sottolineato che in diverse scuole mancheranno insegnanti, altri non docenti e dirigenti, ma si prevede che la situazione sia migliore rispetto all’inizio del 2016-17.

Mancheranno anche vari supplenti e insegnanti specializzati cui dovranno supplire i dirigenti. In altri casi ci sarà il dirigente reggente e non quello titolare a causa del bando di assegnazione non ancora concluso. Ma è tutto pronto: entro il 12 settembre per tutti gli studenti lombardi (e bresciani) tornerà a suonare la campanella. Oltre alla sfida dei vaccini, con le scadenze lunedì 11 per l’infanzia e il 31 ottobre per gli altri livelli.

Comments

comments