(red.) Con settembre arriva inesorabile anche l’inizio della scuola. Da Nord a Sud tutti (studenti, genitori e insegnanti) si stanno preparando per il primo giorno di scuola 2017/2018. A rendere ancora più difficile la preparazione materiale e psicologica un’indagine dell’Unione Nazionale Consumatori: andare a scuola costerà più dell’anno scorso. L’aumento maggiore è quello dei libri scolastici (+1,4% rispetto al 2016) seguito dal costo delle mense scolastiche (+0,1%). Invariato, invece, il costo per la cancelleria. Relativamente alle differenze per ciclo scolastico la scuola primaria si conferma la più colpita con un aumento dell’1,9% seguita dalla scuola dell’infanzia (+1,4%) e da quella secondaria (+0,3%). Ecco qualche consiglio per affrontare con il sorriso, o quasi, un evento improrogabile.

1.Risparmiare,​ ​si​ ​può!
Innanzitutto, visto i rincari, preoccupatevi dei libri solo con una lista definitiva. Quanti quaderni, quadernoni, righelli, compassi e dizionari serviranno? Durante la prima settimana di scuola verrete informati su tutto. Senza esclusione. É completamente inutile, e stressante, acquistare materiale senza essere sicuri che possa davvero servire. Le mode cambiano e, si sà, i bambini e i ragazzi non vogliono farsi mancare nulla. Invece di litigi e rimproveri perché non stimolate la fantasia dei vostri figli proponendo zaino, astuccio e diario personalizzato? Stoffe, pizzi, merletti, borchie e chi più ne ha ne metta. Poca spesa, massima resa.

2.Ansia​ ​da​ ​sveglia
L’inizio della scuola impone di cambiare totalmente i ritmi della giornata. Provate così: iniziate a svegliarvi con qualche minuto di anticipo ogni giorno negli ultimi giorni di vacanza. Non sarà piacevole, ma allo scoccare del giorno X sarà sicuramente meno traumatico. Per tutti.

3.Cercate​ ​i​ ​lati​ ​positivi
Se ci pensate bene esistono davvero, cari ragazzi. Per prima cosa i vostri amici: con la scuola riprende anche la vostra socializzazione. Chiacchere e risate tra i banchi, l’intervallo nei corridoi o a giocare nel cortile scolastico, i tormentoni presi da film e serie tv, le uscite, gli appuntamenti, le emozioni… e tanti altri. State per iniziare un nuovo ciclo scolastico? Ancora meglio! La curiosità e la novità metteranno il turbo ai vostri primi giorni di scuola: nuovi compagni, nuovi insegnanti, nuove materie, così tanto da raccontare e condividere! Concentrarsi sui lati negativi non serve a nulla, soprattutto perché la scuola è un evento che non potrete evitare.

4.Aiuto,​ ​i​ ​compiti!
C’è chi ancora deve finire quelli delle vacanze e chi già sta pensando a come migliorare in matematica: insomma, i compiti creano spesso un sacco di problemi. Tanto impegno, dedizione e un aiuto esterno sono spesso la soluzione alle ansie generate da compiti in classe ed interrogazioni. Essere seguiti da un insegnante privato non è sinonimo di difficoltà o inferiorità: spesso un aiuto esterno è la chiave necessaria per aiutare vostro figlio a percorrere serenamente il suo percorso scolastico.

5.Non​ ​solo​ ​scuola
Il tempo libero sarà sicuramente meno e sarà necessario organizzarsi diversamente e in modo più funzionale. Tuttavia è sempre importante avere del tempo a disposizione per riuscire a sviluppare le proprie passioni, ad esempio un bel corso di arti marziali! Uno dei modi migliore per non vivere come un incubo l’inizio della scuola è riuscire a vedere il lato più creativo e costruttivo dell’anno scolastico. Idee, stimoli nuovi, nuovi compagni, nuovi amici, molte materie diverse che creeranno le basi per il futuro di vostro figlio.

Comments

comments