(red.) Gli ultimi aggiornamenti sul fatto che in Valtrompia, nel bresciano, arriveranno 300 migranti entro il 2018 dopo una convenzione tra la prefettura e la Comunità montana, hanno ridestato l’attenzione sul tema dei migranti che resta sempre attuale. E lo diventa ancora di più nel momento in cui i Comuni lombardi amministrati dalla Lega Nord hanno deciso di multare chi decide di accogliere di nascosto i richiedenti asilo.

Secondo quanto riporta Il Giorno, i paesi bresciani di Capriano del Colle e Castelcovati si sono accodati nell’emettere delle ordinanze sindacali apposite. Nei testi si legge che i Comuni non possono opporsi ai contratti tra prefettura e realtà private per accogliere gli stranieri, ma sono autorizzati a intervenire per prevenire le emergenze e conoscere ogni dettaglio di cosa succede sul proprio territorio.

Di conseguenza, i due Comuni bresciani chiedono a chiunque ospita i richiedenti asilo di comunicarlo e di fornire relazioni dettagliate sulla conformità degli stabili, numero degli stranieri presenti e provenienza. E chi non le rispetta? Castelcovati è pronto a rifilare multe fino a 5 mila euro, mentre Capriano intende denunciare le eventuali situazioni alle autorità giudiziarie. Ma la Cgil di Brescia, la Fondazione Piccini e l’Associazione Studi Giuridici sull’Immigrazione hanno annunciato ricorso contro le ordinanze.

Comments

comments