In questi mesi si è parlato molto di passeggiate a lago, ed in particolare del nodo cruciale del superamento della darsena Lepanto per il definitivo collegamento a lago tra Desenzano e Rivoltella.

La soluzione progettuale proposta dalla precedente Amministrazione risultava a nostro avviso non ottimale, innanzitutto per una questione di costi, estremamente elevati se rapportati alla esigua lunghezza del tratto da percorrere, poi per l’elevato impatto paesaggistico ed ambientale della struttura che si intendeva realizzare, quasi interamente a lago e appoggiata su pali in cemento conficcati nel fondale. Abbiamo quindi accolto la decisione di sospenderne la realizzazione come un’occasione per rivedere il progetto in essere, sviluppando soluzioni alternative e migliorative, riducendo l’impatto visivo e possibilmente contenendo i costi di realizzazione.

Premettendo che la realizzazione di questa opera risulta comunque per noi non prioritaria, soprattutto se rapportata a problematiche la cui risoluzione riteniamo essere molto più urgente, come la messa in sicurezza degli scarichi a lago, e che quindi se dovessero esserci a disposizione fondi da investire vorremmo la precedenza fosse data a quel tipo di interventi, abbiamo presentato direttamente al Sindaco pochi giorni fa un’idea progettuale alternativa rispetto a quelle fino ad ora emerse nel dibattito pubblico e sui giornali.

La nostra proposta si basa sulla realizzazione del collegamento tra i due tratti di passeggiata rimanendo sulla linea di costa, preservando quindi il concetto di “passeggiata a lago” e la continuità dell’esistente, questo tuttavia senza invadere lo specchio d’acqua ma realizzando il camminamento in corrispondenza della scogliera, sovrapponendosi alla massicciata che separa l’area privata della darsena dal lago, riducendo drasticamente l’impatto visivo dell’opera e annullando l’interferenza con il lago stesso.

Lo sviluppo in lunghezza del camminamento lungo il perimetro della nautica consentirebbe di realizzare le rampe di salita e discesa con le dovute pendenze necessarie a garantirne l’accessibilità, arrivando, in corrispondenza dell’accesso delle imbarcazioni ad una quota sufficiente a consentirne il passaggio. Il superamento di questo tratto avverrebbe tramite un ponte fisso a campata unica appoggiato sulle estremità del muro di cinta della darsena.

Auspichiamo che l’idea proposta possa essere presa in considerazione, dopo essere stata valutata e verificata da un punto di vista della fattibilità tecnica e della sostenibilità economica da parte dei tecnici competenti, per essere confrontata con le altre soluzioni proposte nel momento in cui si dovesse decidere di completare l’opera, preferibilmente ricorrendo alla consultazione e al coinvolgimento della cittadinanza per l’individuazione della soluzione ottimale. 

Movimento 5 Stelle di Desenzano del Garda

Comments

comments