(red.) Venerdì 4 agosto è il giorno del lutto a Carpenedolo, nel bresciano, per il funerale a Mauro Firmo, il 57enne commissario di gara che ha perso la vita sabato mattina 29 luglio durante le prime prove della gara di rally Malegno-Ossimo-Borno. Alle 14,30 si partirà dalla casa di via Wojtyla verso la chiesa del paese per l’ultimo saluto al quale è previsto che parteciperanno in molti. Dal punto di vista giudiziario, intanto, il pubblico ministero Paolo Mandurino sta continuando le indagini e si parla di dodici indagati nell’inchiesta.

Tra loro, il pilota Christian Furloni che a bordo della Peugeot aveva provocato l’incidente, oltre ai componenti dell’Aci di Brescia che organizza la competizione. Si vuole capire se siano state violate le norme sulla sicurezza al lavoro tenendo conto che gli operatori lungo il percorso sono legati a garantire l’ordine pubblico. Nel frattempo giovedì 3 agosto lo stesso magistrato ha affidato l’incarico per una perizia con cui ricostruire la dinamica dell’incidente, in quali condizioni era l’auto che ha investito il commissario di gara, il percorso e le eventuali misure di sicurezza prese proprio per gli addetti sulla strada.

Si valuterà anche se le verifiche pre-gara siano state corrette e ogni misura legata alla competizione. Gli organizzatori, che ritengono sicuro il tracciato, sarebbero intenzionati a riproporre la cronoscalata il 2 e 3 settembre.

Comments

comments