(red.) Venerdì mattina 14 luglio un cittadino 40enne mantovano di Castel Goffredo si è visto infliggere un anno di condanna, con la condizionale, dal tribunale di Brescia. L’uomo, infatti, nel 2013 non si era fermato a un posto di blocco attivato dalla polizia locale di Carpenedolo lungo la strada provinciale 343.

Nel momento in cui il virgiliano, alla guida di un’Audi A3, si era imbattuto nella paletta di un agente della municipale, invece di fermarsi aveva proseguito la corsa accelerando fino ai 200 chilometri orari. A quel punto era scattato l’inseguimento da parte delle stesse forze dell’ordine lungo la provinciale, tanto che il 40enne a quella velocità rischiava di provocare dei pericoli dribblando le vetture in corsa.

Dopo più di 10 chilometri, gli agenti erano riusciti a bloccare l’auto al supermercato Italmark di Castel Goffredo. Il conducente era stato poi sottoposto ai test dell’alcol e della droga che però erano risultati negativi. A quattro anni di distanza è arrivata la condanna in primo grado e in seguito giungeranno gli altri esiti.

Comments

comments