(red.) Venerdì 14 luglio sul lago d’Iseo, al confine tra le province di Bergamo e Brescia, è stato sottoscritto l’accordo quadro tra la Regione Lombardia e i sedici comuni del Sebino. La firma che stanzia 10 milioni di euro sui progetti presentati dai singoli paesi è arrivata sulla motonave La Capitanio. A bordo, il governatore Roberto Maroni con gli assessori regionali Viviana Beccalossi, Claudia Maria Terzi, Simona Bordonali e Mauro Parolini.

Come è emerso, si tratta di fatto di un altro step dopo la grande attrazione culturale che il lago ha rivestito nel periodo di The Floating Piers, il ponte di Christo. In questo modo ciascuno dei paesi che ha presentato un progetto e si vedrà incassare la somma potrà continuare a fare promozione del Sebino. Dal punto di vista economico, si parla di un intervento totale da 20 milioni tenendo conto che il Pirellone finanzia le varie iniziative per metà, lasciando il resto ai Comuni.

Saranno proprio gli enti locali a pianificare gli interventi e nel caso di bisogno anche la Regione potrà mettere a disposizione le sue strutture. Sulla sponda bresciana, i progetti maggiori riguarderanno Sulzano, Sale Marasino e Pisogne. A questo si aggiunge la nascita, sempre venerdì, di “Visit Lake Iseo”, la nuova agenzia unica del turismo per il Sebino che raccoglie tutti i sedici comuni in uno statuto. Si parla di percorsi turistici e di quelli ciclabili lungo tutto il tragitto del lago e con cui fare promozione attraverso l’unione dei comuni interessati.

Comments

comments