(red.) Guido Malinverno a Desenzano del Garda, Gabriele Zanni a Palazzolo sull’Oglio e Giovanni Coccoli a Gussago. Sono i nuovi sindaci dei tre paesi bresciani dopo i risultati dei ballottaggi di domenica 25 giugno. Dal punto di vista politico, sul lago di Garda c’è un cambio di schieramento che premia il centro destra come è successo a livello nazionale. Al contrario, a Palazzolo la guida del Comune per altri cinque anni resta ancora in mano a Zanni, del centro sinistra, che viene confermato per il secondo mandato.

Infine, anche in Franciacorta il centro sinistra si impone rispetto agli avversari. Entrando nei dettagli, anche numerici, del secondo turno di elezioni nei tre paesi bresciani, a Desenzano ha prevalso la scarsa affluenza come in generale a livello italiano. Rispetto al 56,08% del primo turno di domenica 11 giugno, dato che già era stato basso, si è arrivati al solo 45,72%. Mai nella città gardesana c’era stata una presenza così bassa alle amministrative. Alla fine a prevalere è stato Guido Malinverno (centrodestra) che ha incassato il 65,71% contro il 34,29% di Valentino Righetti (centro sinistra) e fa cambiare colore politico all’amministrazione dopo Rosa Leso del Partito Democratico.

A Palazzolo si registra la conferma di Gabriele Zanni che si è imposto con il 53,56% contro il 46,44% di Stefano Raccagni che sosteneva il centro destra. Anche qui l’affluenza è calata dal 65% di due settimane prima al 58% del 25 giugno. Centro destra sconfitto anche a Gussago dove Stefano Quarena si ferma al 46,97%, mentre lo sfidante Giovanni Coccoli raggiunge il 53,03% ed è il nuovo primo cittadino del paese.

Anche qui l’affluenza è stata bassa, con il 52,57% andato alle urne rispetto al 61,36% del primo turno dell’11 giugno. Dopo la domenica notte di festa da parte dei nuovi primi cittadini eletti, nei giorni successivi si terranno i consigli comunali di insediamento dei consiglieri e composizione delle squadre di governo.

Comments

comments