(red.) sabato 17 Giugno, in occasione della “pagliacciata” del Brescia Pride, Forza Nuova ha avuto negato ogni spazio richiesto per ogni tipo di contromanifestazione. Immediata e totale è stata subito la censura verso il nostro Movimento, mentre domani la città sarà esclusivamente ostaggio di una sola parte e chiunque voglia legittimamente dissentire per qualsiasi motivo, si è trovato davanti un muro di divieti (altro che ponti).

Molti sono stati i commenti avversi ricevuti; “Non importa che tu abbia una legittima opinione contraria o sei semplicemente indifferente, se non li sostieni, il mondo gaio e gay-friendly ti riempie di insulti di ogni tipo, bestemmie, auguri di crepare e tante altre cose carine. Provate! Potreste scoprire un nuovo modo di interpretare la parola estremista”, commenta in merito Enrico Salvinelli responsabile provinciale. “Ma anche in moltissimi ci hanno scritto e continuano a farlo in queste ore per sapere come e dove aderire alla nostra prevista manifestazione”.

“La nostra risposta è semplice”, continua Salvinelli: “Tutte le battaglie Forzanoviste, comprese quelle per la difesa della Famiglia e dei valori Tradizionali, per la tutela della Vita fin dal concepimento e il rilancio demografico Italiano, proseguono tutto l’anno e non si fermano di fronte a qualche divieto né tantomeno ad uno spazio precluso”. “Domani a Brescia saremo quindi presenti comunque, con azioni estemporanee di boicottaggio e volantinaggio”.

Forza Nuova inoltre, in continuità con la protesta di piazza effettuata ieri a Roma contro lo IUS SOLI, domani sarà a Trieste per manifestare in modo massiccio e proseguire anche questa doverosa e importantissima battaglia atta ad evitare la scomparsa della nostra cultura e di tutta quella Europea.

Forza Nuova Brescia

Comments

comments