(red.) Sarà una vera e propria rivoluzione tecnologica dal punto di vista dei parcheggi quella in arrivo in autunno a Brescia. Partendo dalle aree di sosta interrate in piazza Vittoria e alla stazione Fs da novembre, si potrà sostare anche con il Telepass. In pratica, l’automobilista dotato del dispositivo autostradale nel momento in cui si avvicinerà alla sbarra, questa si alzerà in automatico. La stessa cosa avverrà per la ventina di parcheggi interrati, per un totale di 10 mila posti auto in tutta la città. Lo scrive il Giornale di Brescia.

Una soluzione che prevede un investimento di 50 mila euro per ogni parcheggio per dotarli di telecamere, antenne e sistemi collegati a Telepass. Saranno adeguate anche le tecnologie per consentire ai residenti di vedersi riconosciuto il classico sconto del 50% nella sosta. Ma quella voluta da Brescia Mobilità con palazzo Loggia non è l’unica novità. Infatti, a partire da settembre e gradualmente nelle settimane successive si potrà pagare la sosta nelle strisce blu lungo le strade, così come nelle aree interrate usando il bancomat. In questo modo, si riducono i costi di manutenzione per l’uso dei contanti e si potrà parcheggiare tranquillamente anche se non si hanno monete nel portafoglio in quel momento.

Entro settembre tutti i parcometri saranno adeguati, mentre tra il 2018 e 2019 ne saranno sostituiti più di un centinaio ormai degradati. Ancora dal punto di vista tecnologico e della mobilità, martedì 30 maggio il sindaco Emilio Del Bono con l’assessore alla Mobilità Federico Manzoni e l’amministratore di Brescia Infrastrutture Fabio Lavini hanno inaugurato le prime coperture delle stazioni della metropolitana. Al momento sono pronte quelle del Prealpino, al capolinea nord e a Brescia Due.

Tutte dotate di tetti, vetri e pannelli fotovoltaici a coprire le scale mobili e con tanto di informazioni sugli orari di passaggio dei convogli. Quindi, una misura di sicurezza soprattutto nel caso di maltempo. Entro luglio i tetti saranno posizionati anche su tutte le altre stazioni (tranne Vittoria, in forse San Faustino) e a ottobre saranno completati. L’investimento è di 4,3 milioni di euro, di cui 3,9 milioni arrivati dal Cipe.

Comments

comments